Vorrei mi chiamassi mamma

Marzo 22, 2014

Da qualche mese l’Azienda per la quale lavoro ha trasferito i suoi uffici al centro di Roma, così chè ogni
mattina prendo il treno che mi porta a Roma Termini. Sapendo quanto Davideamava Termini, molto spesso mi chiedeva di recarci lì per passeggiare, guardarei negozi e soprattutto perché è un luogo molto affollato e lui amava tanto i
posti dove si vedevano tante persone.Ecco quindi che più che ma ogni mattina guardo ansiosa e speranzosa, pur
nella frettolosità dell’orario, ogni viso di giovanotti che corrispondono mssi sopra una un’alta e snella corporatura.
Ma spesso vengo assalita dall’angoscia terribile di non riconoscerlo più. Ed è una sensazione che mi
strazia il cuore, ma subito dopo mi conforto pensando che, sono certa, mi
riconoscerebbe lui e mi chiamerebbe “mamma?”…..
A tal proposito vi dico che, non potete nemmeno immaginare la nostalgia struggente che ho di sentirmi chiamare così, visto che solo lui lopoteva fare e da oltre 5 anni non sento più il suono di questa parola che èsenza dubbio la più bella del mondo.
Davide, quando ti sentirò chiamarmi? Mamma?……

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.